Standard minimi

Nel mercato postale ampiamente liberalizzato, la PostCom ha definito standard minimi per le condizioni di lavoro, entrati in vigore il 1° gennaio 2019. Gli standard minimi servono a tutelare, contro il dumping salariale, gli impiegati che non usufruiscono della protezione prevista da un contratto collettivo di lavoro, ma al tempo stesso devono consentire l'ingresso sul mercato ai nuovi fornitori. Le parti sociali possono inoltre concordare altre condizioni.

 

Ordinanza

Ordinanza della Commissione delle poste sugli standard minimi delle condizioni di lavoro nel settore dei servizi postali (OSMLP) del 30 agosto 2018

Ordinanza della Commissione delle poste sugli standard minimi delle condizioni di lavoro nel settore dei servizi postali (OSMLP), modifica del 6 ottobre 2022 - entrata in vigore il 1° luglio 2023
 

Rapporto esplicativo

Rapporto esplicativo della Commissione delle poste del 30 agosto 2018 concernente l'ordinanza della Commissione delle poste del 30 agosto 2018 sugli standard minimi delle condizioni di lavoro nel settore dei servizi postali (OSMLP)

Rapporto esplicativo della Commissione delle poste concernente l'ordinanza della Commissione delle poste del 30 agosto 2018 sugli standard minimi delle condizioni di lavoro nel settore dei servizi postali (OSMLP; RS 783.016.2), modifica del 6 ottobre 2022

Documenti complementari

Folgestudie Graf: Bericht zu branchenüblichen Mindeststandards im Postmarkt, 2021/22 (in lingua tedesca)

Spiegazioni PostCom Rilevazione Ottobre 2020

Studio mercato postale Graf-Flückiger, novembre 2017 (in lingua tedesca)

Studio mercato postale Graf-Flückiger, marzo 2018 (supplemento, in lingua tedesca)

Inizio della pagina

Ultima modifica: 24.11.2022