Uffici postali ed agenzie

La legge sulle poste obbliga la Posta a garantire l’accesso alle prestazioni del servizio universale in tutte le regioni del Paese secondo gli stessi principi. La Posta deve garantire una rete di uffici e agenzie postali capillare su tutto il territorio nazionale. Le prestazioni del servizio universale devono essere accessibili a tutti i gruppi della popolazione in tutte le regioni a una distanza ragionevole. La distanza dall’ufficio o dall’agenzia postale più vicino/a è un criterio importante per valutare la qualità delle prestazioni postali.

Il 90 per cento della popolazione di un cantone deve poter raggiungere in media entro 20 minuti un ufficio o un’agenzia postale, a piedi o con i mezzi di trasporto pubblici. Se la Posta offre un servizio a domicilio, per le economie domestiche interessate è ritenuto ragionevole un percorso di 30 minuti. Nelle regioni urbane e negli agglomerati secondo la statistica federale deve essere garantito almeno un punto d'accesso con servizio. Ogni volta che è superata la soglia di 15 000 abitanti o occupati, deve essere gestito un ulteriore punto d'accesso con servizio

La Posta deve fornire la prova del rispetto di tali valori mediante un metodo certificato. Sia il metodo di misurazione della raggiungibilità che i relativi strumenti vengono approvati dalla PostCom.

In caso di chiusura o trasferimento di un ufficio o un’agenzia postali la Posta è tenuta a consultare le autorità del Comune interessato per concertare una soluzione comune. Se non è possibile trovare un consenso, le autorità del Comune interessato possono adire la PostCom. La Commissione valuta in seguito la garanzia dell’accesso al servizio universale in relazione alla soluzione proposta dalla Posta. Essa formula una raccomandazione prima della decisione definitiva della Posta. Questa procedura consente di tenere conto delle specificità regionali e di instaurare contemporaneamente una prassi unitaria in tutta la Svizzera.

Le informazioni attuali sono fornite nel rapporto annuale della PostCom.

Inizio della pagina

Ultima modifica: 21.01.2022