Chiusura / trasformazione di uffici postali o agenzie

Se la Posta Svizzera intende chiudere o trasferire un ufficio o un’agenzia postale, deve dapprima consultare l’autorità competente del Comune interessato e cercare di trovare una soluzione consensuale.

Se non è possibile trovare un consenso, entro 30 giorni dalla notifica scritta della decisione da parte della Posta il Comune può adire la PostCom, la quale verifica se:

  • la Posta ha consultato il Comune interessato, cercando di trovare una soluzione consensuale;
  • la decisione tiene conto delle particolarità regionali;
  • anche dopo l’attuazione della decisione il 90 per cento della popolazione di un cantone può raggiungere la rete postale, a piedi o con i mezzi pubblici, in 20 minuti
  • nelle regioni urbane e negli agglomerati secondo la statistica federale è garantito almeno un punto d'accesso con servizio. Ogni volta che è superata la soglia di 15 000 abitanti o occupati, deve essere gestito un ulteriore punto d'accesso con servizio
    e se
  • nella regione di pianificazione interessata rimane aperto almeno un ufficio postale.

Entro sei mesi dall’inoltro del ricorso da parte del Comune, la PostCom rilascia una raccomandazione all’attenzione della Posta. Fino a quel momento, la Posta non può procedere all’attuazione. La Posta decide in via definitiva tenendo conto della raccomandazione della PostCom.

Documentazione: Procedura in caso di chiusura o trasferimento di uffici o agenzie postali (art. 34 OPO) (stato 9 maggio 2019, PDF, 52 KB)

Questa procedura garantisce che la Posta non possa modificare la rete di uffici e agenzie postali senza aver prima consultato le autorità dei Comuni interessati.

La procedura è gratuita.

Raccomandazioni

Inizio della pagina

Ultima modifica: 21.01.2022