Comunicati stampa

23.06.2022

PostCom non entra nel merito delle denunce all'autorità di vigilanza riguardo a KLARA e Livesystems

Nella sua seduta del 16 giugno 2022, la Commissione federale delle poste (PostCom) ha preso diverse decisioni in relazione al rispetto del divieto di sovvenzionamento trasversale da parte della Posta svizzera. La Commissione non è entrata nel merito delle richieste contenute nelle denunce all'autorità di vigilanza riguardo alle società del gruppo Posta KLARA e Livesystems. Inoltre, in entrambi i casi non ha rilevato alcun sovvenzionamento trasversale vietato.

14.06.2022

Rapporto annuale della PostCom 2021: La cifra d'affari del mercato postale è cresciuta quasi del cinque per cento

Il mercato postale globale ha registrato un aumento della cifra d'affari del cinque per cento circa, il maggiore incremento registrato da molti anni a questa parte. Questa crescita marcata è da ricondurre all'andamento estremamente dinamico del mercato della posta-pacchi. È quanto emerge dal rapporto d'attività 2021 della Commissione federale delle poste PostCom.

La Posta Svizzera SA ha nuovamente fornito le prestazioni del servizio universale in maniera capillare e con un livello di qualità costantemente elevato. Nonostante gli enormi sforzi logistici e le grandi sfide che la pandemia da COVID-19 ha comportato anche nel 2021, l'azienda ha adempiuto le severe prescrizioni dell'ordinanza sulle poste, seppure con alcune eccezioni dettate da cause di forza maggiore. La pressione sul servizio universale rimane comunque alta. Nonostante il contesto difficile, almeno per il momento la Posta è ancora in grado di sostenere autonomamente i relativi costi.

 

18.10.2021

PostCom: obbligo di notifica per la società di consegna di cibo a domicilio eat.ch

Secondo la Commissione federale delle poste (PostCom), la società di consegna di cibo a domicilio eat.ch GmbH con sede a Zurigo esercita attività postali ed è pertanto soggetta all'obbligo di notifica ai sensi della legge sulle poste (LPO). Nella sua decisione d'accertamento del 7 ottobre 2021, la Commissione ne dispone inoltre la registrazione entro il 1° novembre 2021.

13.01.2021

Il Consiglio federale ha nominato Anne Seydoux-Christe nuova presidente della PostCom

Nella sua seduta del 13 gennaio 2021 il Consiglio federale ha nominato l'ex consigliera agli Stati Anne Seydoux-Christe nuova presidente della Commissione federale delle poste (PostCom). Anne Seydoux-Christe ricoprirà la nuova carica a partire dal 1° febbraio 2021, succedendo a Géraldine Savary, che lascerà l'incarico a fine gennaio per assumere nuovi impegni professionali.

15.10.2020

La società UPS sanzionata per violazione dell'obbligo di fornire informazioni

Con decisione del 23 giugno 2020, la Commissione federale delle poste (PostCom) ha ingiunto all'UPS United Parcel Service (Svizzera) SA di pagare le tasse di vigilanza arretrate per gli anni 2015 – 2018 più gli interessi di mora del 5 per cento. L'UPS aveva adempiuto solo parzialmente al suo obbligo legale di fornire informazioni. All'impresa è stata inoltre inflitta una sanzione amministrativa di CHF 104 000. La decisione della PostCom è passata in giudicato.

13.10.2020

Dialogo carente: la PostCom emana una raccomandazione negativa in merito all'ufficio postale di Bossonnens FR

La PostCom ha emanato una raccomandazione negativa in merito alla prevista trasformazione dell'ufficio postale di Bossonnens nel Cantone di Friburgo. Nella sua riunione dell'8 ottobre 2020 a Berna, l'autorità di vigilanza del mercato postale svizzero ha criticato esplicitamente il modo in cui la Posta ha condotto il dialogo nel caso in questione. L'azienda aveva esortato il Comune a rinunciare al diritto di rivolgersi alla PostCom e non l'aveva informato a sufficienza sulle possibilità a sua disposizione. Per gli uffici postali di Oberägeri ZG e Scherzingen TG, invece, la PostCom ha approvato i piani di trasformazione della Posta.

27.08.2020

Logistica della posta nelle regioni urbane e periferiche: come conciliare ecologia, redditività e regolamentazione?

Dati i problemi ambientali sempre più urgenti, anche il settore postale deve prestare grande attenzione all'ecologia. Nel corso del suo seminario tenutosi a Château d’Oex il 26 e il 27 agosto, la Commissione federale delle poste (PostCom), sotto la guida della presidente Géraldine Savary, ha discusso delle condizioni alle quali i servizi postali potrebbero essere forniti in modo più ecologico ma pur sempre redditizio. Da parte sua, Philippe Leuba, Consigliere di Stato e direttore dell’economia pubblica del Canton Vaud, ha parlato della sfida che l'approvvigionamento postale rappresenta per il suo Cantone.

 

Nel corso della sua seduta ordinaria, la PostCom ha trattato diversi dossier e ha emanato raccomandazioni per sei uffici postali. Ha inoltre respinto la proposta della Posta relativa alla trasformazione dell'ufficio postale di Fribourg 2 Bourg in un'agenzia postale e in altri due casi ha emesso una raccomandazione con importanti riserve. La Posta può trasformare tre uffici postali secondo la sua proposta.

 

15.06.2020

La qualità del servizio postale rimane buona - il mercato deve svilupparsi in modo sostenibile

La trasformazione del settore postale avanza molto rapidamente a seguito della digitalizzazione e delle relative nuove abitudini di consumo e di comunicazione. In questa difficile situazione di mercato, nel 2019, la qualità delle prestazioni del servizio universale garantite dalla Posta Svizzera è risultata buona. Anche gli operatori privati hanno contribuito in maniera sostanziale al buon funzionamento del mercato postale in Svizzera.

 

Nel nuovo periodo di legislatura, PostCom garantirà che il mercato postale sviluppi in modo sostenibile ed equo per tutti gli attori. Per raggiungere questo obiettivo, gli operatori devono fornire le loro prestazioni in maniera rispettosa dell'ambiente e secondo modalità improntate alla responsabilità sociale. La pandemia di coronavirus ha avuto forti ripercussioni sul settore postale e a medio e lungo termine potrebbe accelerare ulteriormente la trasformazione menzionata. Nelle sue analisi PostCom terrà conto anche di questo aspetto e, se del caso, proporrà le necessarie misure.

 

06.02.2020

PostCom sanziona Epsilon per il mancato rispetto delle condizioni di lavoro abituali nel settore

Avendo constatato che Epsilon SA, una filiale della Posta CH SA, non si atteneva al salario minimo nel settore dei servizi postali, la Commissione federale delle poste PostCom ha ingiunto all'azienda di rispettare senza indugio gli standard minimi e di compensare le irregolarità salariali con effetto retroattivo per l'intero anno 2019. Inoltre, PostCom ha ingiunto a Epsilon di pagare una multa di CHF 180 000.

17.12.2019

La PostCom non rileva alcun sovvenzionamento trasversale non ammesso

La Posta Svizzera non ha utilizzato ricavi conseguiti nel settore degli invii fino a 50 grammi (soggetto a monopolio) per accordare riduzioni di prezzo non consentite su prodotti venduti in regime di libera concorrenza È quanto emerge da approfonditi accertamenti della Commissione federale delle poste (PostCom).

 

Questi accertamenti sono stati effettuati perché la Posta non è stata in grado di fornire, per l'esercizio 2018, la prova generale annuale del rispetto del divieto di sovvenzionamento trasversale. La Posta ha dovuto quindi dimostrare nel caso specifico, vale a dire in relazione a specifici prodotti e servizi, di non aver effettuato alcun sovvenzionamento trasversale non ammesso.

 

05.12.2019

Il Consiglio federale nomina Géraldine Savary nuova Presidente della PostCom

Nella sua seduta del 27 novembre 2019 il Consiglio federale ha nominato la ex consigliera agli Stati Géraldine Savary nuova Presidente della Commissione federale delle poste (PostCom). Géraldine Savary entrerà in carica il 1° gennaio 2020 insieme a Patrick Salamin, nominato nuovo membro di questa Commissione.

L'attuale Presidente della PostCom, Hans Hollenstein e il membro della Commissione Reto Müllhaupt lasceranno l'autorità di vigilanza il 31 dicembre 2019 per raggiunti limiti di età. Dal 2011 Hollenstein, dapprima come Presidente designato, è stato responsabile della costituzione della nuova Commissione che ha poi diretto dall'ottobre 2012 sotto la nuova legislazione postale.

 

17.06.2019

Il servizio postale funziona ma servono tuttora interventi del legislatore

La PostCom constata che il servizio postale in Svizzera è buono, tuttavia ravvisa ancora la necessità di interventi sul piano legislativo per garantire a tutti gli operatori del settore pari condizioni. Come negli anni passati, la Posta svizzera ha di nuovo superato gli standard qualitativi richiesti e i suoi servizi sono stati valutati da buoni a molto buoni. Risultati convincenti anche da parte degli operatori privati: innovativi, agili e in parte anche con un presidio di nicchia mirato, mettono a frutto le proprie eccellenze su un mercato che sta diventando sempre più esigente per tutti i 179 operatori postali attualmente attivi in Svizzera.

Gli standard minimi fissati dalla PostCom per le condizioni di lavoro del settore postale tutelano il personale privo di contratto collettivo di lavoro. Contemporaneamente viene data a nuovi operatori la possibilità di accedere al mercato.

 

11.10.2018

La PostCom emana l'ordinanza sugli standard minimi delle condizioni di lavoro nel settore postale

Nel mercato postale ampiamente liberalizzato, la PostCom ha definito standard minimi per le condizioni di lavoro, che entreranno in vigore il 1° gennaio 2019. Gli standard minimi servono a tutelare, contro il dumping salariale, gli impiegati che non usufruiscono della protezione prevista da un contratto collettivo di lavoro, ma al tempo stesso devono consentire l'ingresso sul mercato ai nuovi fornitori. Le parti sociali possono inoltre concordare altre condizioni.

04.06.2018

La Svizzera dispone tuttora di un buon servizio postale

Nel 2017 la Posta Svizzera e gli operatori privati hanno fornito servizi postali di elevato livello qualitativo. La Posta assicura autonomamente e senza sovvenzioni statali un servizio universale di qualità elevata nel confronto internazionale. Rispetto ai volumi di lettere e pacchi trasportati, i reclami dei clienti sono estremamente pochi.

La concorrenza funziona sebbene vi siano ancora alcune lacune da colmare. Per ovviare al rischio di dumping e precariato, PostCom emanerà standard minimi per le imprese che non hanno sottoscritto un contratto collettivo di lavoro.

PostCom individua una necessità di intervenire a livello normativo in particolare in materia di servizio regionale, recapito a domicilio e basi per garantire pari opportunità a tutti gli operatori.

 

29.03.2018

Castagnola - Lugano TI: la PostCom raccomanda di rinunciare alla trasformazione dell'ufficio postale in un'agenzia perché i locali scelti non sono adatti

In relazione alla prevista trasformazione dell'ufficio postale di Castagnola nel Comune di Lugano, la PostCom ha emesso una raccomandazione negativa, ritenendo che i locali del bar in cui dovrebbe essere gestita l'agenzia postale non siano adatti all'effettuazione di operazioni postali. In due altri casi, Nürensdorf ZH et Avry-devant-Pont FR, la PostCom si è espressa a favore delle decisioni della Posta.

30.08.2017

Ufficio postale Charmilles - città di Ginevra: la PostCom emana una raccomandazione di rinvio a causa delle lacune riscontrate nella conduzione del dialogo

Nel caso del trasferimento dell'ufficio postale di Charmilles a Ginevra, la Commissione federale delle poste PostCom ha respinto l'incarto, poiché la Posta Svizzera non ha condotto in modo corretto il dialogo previsto dalla legge.

06.06.2017

La Svizzera dispone di un buon servizio postale

Anche nel 2016 alcuni grandi cambiamenti hanno contraddistinto il mercato postale. La concorrenza tra la Posta Svizzera e gli operatori privati favorisce l’innovazione e si intensifica, anche a causa delle crescenti esigenze della clientela in fatto di qualità. I «nuovi datori di lavoro» che si affacciano sul mercato sull’onda della sharing economy sollevano, con la loro impostazione e i processi basati sulle TIC, qualche problematica in materia di condizioni di lavoro in uso nel settore.

 

La Posta Svizzera fornisce tutte le prestazioni del servizio universale come avvenuto finora, assicurando un livello qualitativo elevato, superiore agli standard. La costante diminuzione del volume fisico di invii della posta-lettere e della domanda di servizi negli uffici postali confermano tuttavia che i clienti si spostano progressivamente verso il digitale. La Posta sta quindi rivedendo il proprio modello aziendale. Il processo di trasformazione risulta particolarmente evidente nella rete di uffici postali.

 

13.03.2017

Unterseen BE e Hirzel ZH: PostCom emana due raccomandazioni di rinvio

La Commissione federale delle poste PostCom ha emanato due raccomandazioni di rinvio in merito alla prevista trasformazione degli uffici postali di Unterseen BE e di Hirzel ZH. Il motivo è dato dal fatto che i Comuni interessati Habkern BE e Schönenberg ZH non sono stati inclusi dalla Posta nella procedura di consultazione delle autorità. In quattro altri casi la PostCom si è espressa a favore delle decisioni della Posta.

30.01.2017

Chiusura dell'ufficio postale di St. Stephan (BE): la Posta deve proporre un'agenzia come soluzione alternativa

In virtù dell'articolo 14 capoverso 5 della legge sulle poste, la Posta garantisce una rete capillare di punti di accesso in tutto il Paese. Nell'interesse di un approvvigiona-mento ottimale, l'azienda stessa deve ora proporre una soluzione che preveda la creazione di un'agenzia oppure, quanto meno, sostenere il Comune nella ricerca di una soluzione. Inoltre, la Posta non può far dipendere le offerte in materia di servizi postali dal fatto che l'autorità comunale abbia firmato una dichiarazione di accordo.

30.01.2017

Chiusura dell'ufficio postale di Crémines (BE): la Posta deve aprire un dialogo con i Comuni limitrofi

Non soltanto il Comune di ubicazione, ma anche altri Comuni possono essere interessati dalla chiusura di un ufficio postale. Secondo l'articolo 34 dell'ordinanza sulle poste, questi hanno gli stessi diritti dei Comuni di ubicazione. La Posta deve consultarli prima della prevista chiusura o del previsto trasferimento di un ufficio o di un'agenzia postale e cercare con loro una soluzione di comune accordo. In assenza di una soluzione consensuale, i Comuni interessati possono adire la PostCom.

21.12.2016

Chiusura dell'ufficio postale di Ollon (VD): la PostCom non approva l'introduzione del servizio a domicilio

La popolazione e le imprese servite dall'attuale ufficio postale dovranno poter disporre di un'agenzia postale. La Posta, le autorità comunali e le imprese locali sono invitate a cercare insieme una soluzione in questo senso. In sei altri casi la PostCom si è espressa a favore delle decisioni della Posta, vincolando talvolta la sua approvazione a determinate condizioni.

18.10.2016

Chiusura dell'ufficio postale di Niederwil AG: la PostCom definisce la nozione di "Comuni interessati" e invita la Posta ad avviare il dialogo con i Comuni limitrofi

Rinviando alla Posta il dossier concernente la prevista chiusura dell'ufficio postale di Niederwil AG, la PostCom ha preso diverse decisioni di principio e chiarito alcuni aspetti procedurali.

20.09.2016

PostCom - Incarto respinto nel caso di Noville VD: la Posta deve consultare il Comune limitrofo interessato

La PostCom respinge l’incarto relativo alla prevista chiusura dell'ufficio postale di Noville nel Canton Vaud. La Commissione esaminerà il caso sotto il profilo materiale soltanto dopo che la Posta avrà consultato il Comune limitrofo di Chessel.

30.06.2016

Trasformazione di uffici postali - La PostCom affina la propria prassi con le raccomandazioni relative a Veysonnaz e Emmetten

La PostCom ha ulteriormente differenziato la propria prassi per quanto riguarda la trasformazione di uffici postali in agenzie. L'autorità di vigilanza approva la prevista chiusura dell'ufficio postale di Veysonnaz VS. Per contro, emana una raccomandazione negativa in merito alla trasformazione dell'ufficio postale di Emmetten nel Cantone di Nidvaldo. In quest'ultimo caso, inoltre, la PostCom ha preso formalmente la decisione di considerare interessato anche il Comune limitrofo di Seelisberg nel Cantone di Uri e di tenere quindi conto anche della sua richiesta.

13.06.2016

Il servizio postale svizzero sotto la lente d’ingrandimento

Nel confronto internazionale, il servizio postale svizzero vanta un livello qualitativo molto elevato. Anche nel rapporto annuale 2015 emerge che la Posta svizzera ha ampiamente soddisfatto le disposizioni del legislatore. Gli operatori postali privati forniscono, a loro volta, un importante contributo all'approvvigionamento postale e, con i loro servizi, rilanciano la concorrenza nel settore.

 

Sulla base delle nuove abitudini della clientela e per ragioni legate ai costi, la Posta ha trasformato numerosi uffici postali in agenzie. Oltre a ciò, sono stati sottoposti a verifica il recapito a domicilio e i punti di ubicazione delle cassette. PostCom vigila che, in casi specifici, vengano cercate soluzioni alternative adeguate per la popolazione e il commercio, con una particolare attenzione per le regioni periferiche. Per quanto riguarda la rete di uffici postali e agenzie, PostCom chiede l'applicazione di criteri basati sul principio regionale, anziché di un valore medio valido per l'intero Paese. Inoltre, la concorrenza auspicata dal legislatore nei singoli ambiti è ancora troppo esigua. Alcuni adeguamenti giuridici potrebbero ovviare alla situazione.

 

23.05.2016

Marianne Sonder rinominata responsabile dell'organo di conciliazione Ombud-PostCom

La Commissione federale delle poste (PostCom) ha rinominato l'avvocato Dr. iur. Marianne Sonder alla carica di responsabile dell'organo di conciliazione indipendente (ombud-PostCom) per il periodo compreso tra il 2016 e il giugno 2020.

17.12.2015

Chiusura degli uffici postali di Pfyn e Wigoltingen (TG): due raccomandazioni favorevoli della PostCom

Nella sua seduta del 10 dicembre 2015, la PostCom ha deciso di esprimere due raccomandazioni favorevoli alla chiusura degli uffici postali di Pfyn e Wigoltingen, entrambi situati nella regione del Canton Turgovia. In ambedue i casi la Posta prevede l'apertura di un'agenzia postale nel negozio Volg dei Comuni interessati.

15.06.2015

La Posta continua a garantire un’elevata qualità

Nel confronto internazionale, grazie alla Posta e agli ormai 140 fornitori privati, la Svizzera può vantare uno standard di servizi postali molto elevato. Ottima anche la qualità del servizio universale, di responsabilità della Posta. Anche quest’anno in tutti i settori sono state infatti ampiamente soddisfatte le disposizioni del legislatore. La Posta Svizzera fornisce un servizio di alta qualità in un contesto assai complesso. Le lettere dei cittadini e i ricorsi inoltrati alla PostCom dimostrano tuttavia che in taluni ambiti vi è un potenziale di miglioramento.

Nel settore dei pacchi la concorrenza funziona bene. Il mercato della posta-lettere invece è tutto sommato meno dinamico. Tra le principali tendenze che si ripercuotono notevolmente sui mercati postali rientrano il calo costante dei volumi della posta-lettere e gli sviluppi tecnici più recenti, tra cui va annoverata la progressiva digitalizzazione.

 

18.05.2015

La PostCom emana una raccomandazione negativa in merito alla prevista chiusura dell'ufficio postale di Grandvillard (FR)

La PostCom emana una raccomandazione negativa in merito alla prevista chiusura dell'ufficio postale di Grandvillard nel Cantone di Friburgo. Nonostante l'impegno della Posta, non è stato possibile trovare una soluzione per la gestione di un'agenzia postale insieme al Comune e agli operatori commerciali locali. La prevista chiusura non tiene tuttavia sufficientemente conto delle caratteristiche regionali.

16.04.2015

Il Consiglio federale nomina Micol Morganti Perucchi nuovo membro della PostCom

Il Consiglio federale ha nominato l'avvocato ticinese Micol Morganti Perucchi nuovo membro della Commissione federale delle poste (PostCom). La signora Morganti Perucchi subentra in questa funzione a Federica De Rossa Gisimun-do (dott. iur.) che, nel settembre 2014, è stata eletta dall'Assemblea federale Giudice supplente presso il Tribunale federale.

12.02.2015

La PostCom emana una raccomandazione negativa in merito alla prevista chiusura dell'ufficio postale di Ramsen

La PostCom emana una raccomandazione negativa in merito alla prevista chiusura dell'ufficio postale di Ramsen nel Cantone di Sciaffusa. Secondo l'autorità di vigilanza, la decisione di chiusura, accompagnata da quella di introdurre il servizio a domicilio, non tiene sufficientemente conto delle caratteristiche regionali.

02.12.2014

La PostCom emana una decisione di vigilanza contro la Posta Svizzera SA

La Commissione federale delle poste (PostCom) ha emanato per la prima volta misure di vigilanza contro la Posta svizzera SA. La PostCom chiede che la Posta riveda la sua decisione di limitare il servizio a domicilio presso sette economie domestiche a Melchtal.

16.06.2014

Il servizio postale svizzero rimane di ottimo livello

Anche nel 2013 la Posta Svizzera ha soddisfatto gli obiettivi del Consiglio federale in tutti gli ambiti del servizio universale. La Svizzera occupa quindi una buona posizione nel mercato postale, sia in termini assoluti che nel confronto internazionale. Un contributo determinante all’ampia offerta del servizio postale è pure fornito dagli operatori postali privati. Queste, in sintesi, le conclusioni a cui giunge la Commissione federale delle Poste (PostCom) nel rapporto annuale 2013, che per la prima volta copre un intero anno d’esercizio. Anche il neo istituito organo di conciliazione, istituito per deliberare in merito a controversie di diritto civile tra clienti e fornitori di servizi postali, ha dimostrato la sua efficacia.

Le sfide più urgenti individuate da PostCom riguardano diversi ambiti, come ad esem-pio l’obbligo di notifica per gli operatori postali, i negoziati per i contratti collettivi di lavoro, la regolamentazione per gli operatori privati in merito all’accesso alle caselle postali e alle cassette delle lettere nelle case, nonché l’accesso alle prestazioni parziali della Posta.

05.07.2013

PostCom nomina Marianne Sonder responsabile dell’organo di conciliazione

La Commissione federale delle poste (PostCom) ha nominato l’avvocato Marianne Sonder alla carica di responsabile del nuovo organo di conciliazione. Secondo la nuova legislazione sulle poste, l’organo è incaricato di dirimere le controversie di diritto civile tra la clientela e i fornitori di servizi postali.

17.06.2013

Rapporto di attività 2012 della PostCom: Un servizio postale universale di buon livello

Nel 2012 la Posta Svizzera ha recapitato puntualmente le lettere e i pacchi. Il 91,4% della popolazione in Svizzera ha la possibilità di raggiungere un ufficio postale o un’agenzia a una distanza e in tempi adeguati. Sul mercato dei pacchi si sono affermati gli operatori privati che forniscono un importante contributo nella fornitura di servizi postali.

PostCom presterà particolare attenzione al futuro cambiamento strutturale della rete di uffici postali e alla fornitura di servizi postali nelle regioni periferiche. Inoltre, seguirà le trattative per i contratti collettivi, il rispetto delle condizioni di lavoro abituali nel settore, la regolamentazione dell’accesso reciproco degli operatori privati alle caselle postali e lo scambio di dati tra gli operatori postali.

10.10.2012

Pascal Clivaz nominato Vice Direttore generale dell’Unione postale universale

I delegati degli Stati membri che partecipano al 25esimo Congresso dell’Unione postale universale, in corso a Doha (Qatar) dal 24 settembre al 15 ottobre 2012, hanno eletto lo svizzero Pascal Clivaz come Vice Direttore generale dell’Unione postale universale (UPU) per il periodo 2013-2016.

06.09.2012

Ultima seduta per la Commissione Uffici postali

Con l’entrata in vigore della nuova legislazione postale, la Commissione extra-parlamentare Uffici postali sarà sciolta con effetto al 1° ottobre 2012. I suoi compiti saranno assunti dalla Commissione delle poste (PostCom). Durante la sua ultima seduta, la Commissione Uffici postali ha esaminato cinque dossier di Comuni che si oppongono a decisioni della Posta riguardo la chiusura o il trasferimento di uffici postali e ha emanato raccomandazioni in merito.

21.05.2012

PostReg pubblica il rapporto di attività 2011

Nel suo rapporto di attività, l’autorità di regolazione postale (PostReg) rileva che la concorrenza fatica a imporsi nel mercato della posta-lettere. La Posta Svizzera detiene a tutt’oggi una fetta preponderante del mercato con il 99%. Anche nel 2011 la qualità del servizio universale si attesta a livelli elevati: il 97,5% delle lettere della posta A e il 99,3% di quelle della posta B sono state recapitate puntualmente. È quindi stato superato l’obiettivo del 97% fissato dal Consiglio federale.

29.11.2011

Mercato dei pacchi: offerte dei fornitori privati più vantaggiose

Anche quest’anno, l’Autorità di regolazione postale (PostReg) ha confrontato le prestazioni di diversi fornitori di servizi postali. Se un pacco deve essere recapitato il più presto possibile risultano più vantaggiose le offerte dei fornitori di servizi postali privati. Il consumatore deve tuttavia informarsi sempre bene sui costi di sdoganamento nel caso di ordinazioni di merci all’estero.

20.05.2011

PostReg pubblica il rapporto di attività 2010

Nonostante l’apertura del mercato parziale delle lettere indirizzate, di peso superiore ai 50 grammi, la concorrenza fatica a ingranare. In questo mercato la Posta detiene tuttora una quota superiore al 99%. Nel suo rapporto di attività l’autorità di regolazione postale (PostReg) rileva inoltre che il livello qualitativo del servizio universale rimane elevato. Un fatto che il regolatore ascrive in particolare alla sua critica costruttiva e ai suoi interventi presso la Posta.

26.01.2011

Commissione Uffici postali: esaminati quattro casi

Nel corso della prima seduta del nuovo anno, la Commissione Uffici postali, su richiesta dei Comuni interessati, ha esaminato quattro decisioni della Posta concernenti la chiusura di uffici postali. In due casi la Commissione si è espressa a favore delle decisioni della Posta, in un caso ha vincolato la sua approvazione a una condizione, mentre in un altro ha rinviato il suo parere per ulteriori accertamenti.

02.12.2010

Mercato dei pacchi liberalizzato: la clientela beneficia dell’apertura

Anche quest’anno, l’Autorità di regolazione postale (PostReg) ha confrontato le prestazioni di diversi fornitori di servizi postali privati. Se un pacco deve essere recapitato al più presto, risultano più vantaggiose le offerte dei fornitori di servizi postali privati. Per quanto concerne gli invii internazionali, si raccomanda alla clientela di informarsi previamente presso l’operatore sui costi effettivi di sdoganamento.

02.09.2010

Commissione Uffici postali: due nuove raccomandazioni

La Commissione ha esaminato i ricorsi di due Comuni contro le decisioni della Posta di sostituire gli uffici postali con delle agenzie, esprimendo un parere favorevole a tale soluzione.

24.08.2010

Mercato postale: revocata la concessione a MPC Mail & Packet Company AG

Su richiesta dell’Autorità di regolazione postale (PostReg), il DATEC ha revocato la concessione all’operatore postale privato MPC Mail & Packet Company AG. L’impresa è venuta meno al suo obbligo di informazione in qualità di operatore concessionario.

07.07.2010

Autorità di regolazione postale PostReg: rapporto di attività 2009

Nel 2009 la qualità del servizio universale postale è migliorata, come constata l'Autorità di regolazione postale (PostReg) nel suo rapporto d'attività 2009. Secondo PostReg, malgrado la politica di ottimizzazione degli utili e le misure di razionalizzazione, le prestazioni alla clientela non vanno tagliate. Inoltre, il servizio universale si è autofinanziato con 706,2 milioni di franchi.

29.06.2010

Nuove concessioni per operatori privati del mercato postale liberalizzato

Su incarico dell’Autorità di regolazione postale (PostReg), il Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC) ha rilasciato all’operatore postale privato Federal Express Europe, Inc, (Delaware USA) Branch Office Meyrin (Airport) una concessione per il trasporto di pacchi e lettere di peso superiore a 50 grammi, valida a partire dal 1° agosto 2010. Inoltre, è stata rinnovata ed ampliata la concessione rilasciata all’azienda Courrex SA, che dal 1° luglio 2010 potrà trasportare lettere di peso superiore a 50 grammi.

10.05.2010

Mercato postale: rilascio della concessione alla AWZ AG

Il Consigliere federale Leuenberger, su richiesta dell'autorità di regolazione postale (PostReg), ha rilasciato all'operatore postale AWZ AG una concessione per il trasporto di lettere di peso superiore a 50 grammi.

16.03.2010

Mercato postale: concessione per UPS United Parcel Service (Svizzera) SA

Su richiesta dell’Autorità di regolazione postale (PostReg), il Consigliere federale Moritz Leuenberger ha rilasciato una concessione per il trasporto di pacchi e lettere di peso superiore a 50 grammi all’operatore postale privato UPS United Parcel Service (Svizzera) SA.

24.02.2010

Commissione Uffici postali: la competenza di chiudere un ufficio postale spetta alla Posta

La Commissione ha esaminato quattro decisioni di chiusura di uffici postali da parte della Posta e ha pubblicato le relative raccoman-dazioni.

11.01.2010

Condizioni di lavoro in uso nel mercato liberalizzato della distribuzione dei pacchi

Nel mercato liberalizzato dei pacchi le condizioni di lavoro minime sono rispettate. È questa la conclusione a cui giunge il «Rapporto sulle condizioni di lavoro minime in uso nel mercato della distribuzione dei pacchi» pubblicato dall'Università di Ginevra. Inoltre, non sono state riscontrate differenze significative in seno al settore. La ricerca, commissionata dall'Autorità di regolazione postale (PostReg), contiene importanti valori di riferimento non solo per l'attuazione della nuova legislazione postale, ma anche per la sorveglianza delle condizioni di lavoro in uso nel settore dei pacchi.

15.12.2009

Mercato postale: rinnovo della concessione per undici operatori privati

Undici operatori postali privati hanno ottenuto dal Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) il rinnovo della loro concessione a decorrere da inizio 2010; per quattro di essi si tratta inoltre di un ampliamento dell'autorizzazione: essi potranno infatti trasportare lettere di peso superiore a 50 grammi.

09.12.2009

Mercato dei pacchi: la clientela approfitta di orari di apertura favorevoli

Per la terza volta, l’autorità di regolazione postale (PostReg) ha confrontato i diversi servizi di recapito dei pacchi. I risultati dell’analisi corrispondono am-piamente a quanto già rilevato lo scorso anno: chi vuole inviare pacchi con la posta A trova alternative in parte più convenienti presso gli operatori privati. Grazie alla sua fitta rete di uffici postali, la Posta svizzera dispone tuttavia di un vantaggio strategico rispetto agli operatori postali privati.

22.09.2009

Mercato postale: concessione per Quickmail AG

Su richiesta dell’Autorità di regolazione postale (PostReg), il Consigliere federale Moritz Leuenberger ha rilasciato una concessione per il trasporto di pacchi e lettere di peso superiore a 50 grammi al fornitore di servizi postali privato Quickmail AG.

30.06.2009

Autorità di regolazione postale PostReg: rapporto d’attività 2008

Nel 2008 la qualità del servizio universale postale è ancora una volta diminuita, come constata l’Autorità di regolazione postale PostReg nel suo rapporto d’attività 2008. PostReg aggiunge però che le prestazioni migliorano soprattutto laddove c’è concorrenza, come ad esempio sul mercato dei pacchi. Nell’anno in esame il servizio universale si è autofinanziato: il suo risultato è migliorato addirittura del 6,9%, attestandosi su circa 857 milioni di franchi.

18.02.2009

Commissione Uffici postali: nuovo parere negativo a una modifica della rete di uffici postali

La Commissione Uffici postali ha espresso un parere negativo riguardo alla creazione di un’agenzia postale a Vollèges VS. Nel contempo ha emanato una raccomandazione nella quale approva il servizio a domicilio come soluzione alternativa a Maladers GR e Braunau TG.

02.12.2008

La clientela beneficia della liberalizzazione del mercato dei pacchi

L'Autorità di regolazione postale ha messo a confronto diversi servizi pacchi, giungendo alla conclusione che la Posta Svizzera, grazie ad una fitta rete di uffici postali, dispone di un vantaggio strategico rispetto ai fornitori di servizi pacchi privati. Tuttavia, chi intende spedire un pacco posta A trova offerte in parte più vantaggiose presso i fornitori di servizi pacchi privati.

06.11.2008

Commissione Uffici postali: contraria al trasferimento dell’ufficio postale di Etoy al "Littoral Parc"

La Commissione Uffici postali ha espresso un parere negativo sul trasferimento dell’ufficio postale di Etoy (VD) dal centro del paese alla zona industriale e commerciale "Littoral Parc". Nel contempo ha emanato una raccomandazione nella quale approva la creazione di un’agenzia postale a Oberdorf, nel Canton Soletta.

01.07.2008

Autorità di regolazione postale PostReg:rapporto di attività 2007

Nel settore postale, il servizio universale continua a essere garantito su tutto il territorio e con un livello di qualità buono, sebbene meno elevato che nel 2006, come rileva PostReg nel suo rapporto di attività 2007. PostReg si attende nuovi impulsi soprattutto dall’apertura del mercato nei termini proposti dal Consiglio federale.

30.05.2008

Mercato postale: concessione per “La Poste”

Su proposta dell’autorità di regolazione postale (PostReg) Moritz Leuenberger ha rilasciato una concessione all’impresa francese “La Poste”, che in futuro trasporterà lettere e pacchi all’estero.

04.02.2008

Finanziamento del mandato infrastrutturale: accordo fra la Posta e PostReg

La Posta Svizzera e l'autorità di regolazione postale (PostReg) si sono accordate sulla futura determinazione del contributo per l'infrastruttura relativo alla rete di uffici postali. Tale contributo ammonta a circa 200 milioni di franchi.

07.12.2007

La clientela beneficia della liberalizzazione del mercato dei pacchi

L’Autorità di regolazione postale (PostReg) ha messo a confronto diversi servizi pacchi, giungendo alla conclusione che la Posta Svizzera, grazie ad una fitta rete di uffici postali, dispone di un vantaggio strategico rispetto ai fornitori di servizi pacchi privati. Tuttavia, chi intende spedire un pacco posta A trova offerte in parte più vantaggiose presso i fornitori di servizi pacchi privati.

14.09.2007

Mercato postale: Lagerhäuser Aarau SA ottiene una concessione

Su domanda dell’Autorità di regolazione postale (PostReg) Moritz Leuenberger ha rilasciato alla Lagerhäuser Aarau SA una concessione per il trasporto in Svizzera di lettere e pacchi dal peso superiore ai 100 grammi.

06.09.2007

Hinweis an die Abonnenten der PostReg-Medienmitteilungen

Sie haben soeben eine Mitteilung betreffend Presseförderung erhalten. Bitte beachten Sie, dass es sich um eine Medienmitteilung vom 21.12.05 handelt, sie wurde irrtümlicherweise nochmals verschickt.

11.07.2007

Autorità di regolazione postale PostReg: rapporto d'attività 2006

Nel suo rapporto d'attività per l'anno 2006 PostReg afferma che il servizio universale postale è di buona qualità e viene fornito su tutto il territorio. Anche il suo finanziamento poggia su solide basi, grazie all'ottimo risultato nuovamente conseguito dalla Posta Svizzera, pari a 769 milioni di franchi. Quello che preoccupa PostReg è invece la fiacchezza che ha contraddistinto il mercato postale nell'anno in esame e la conseguente diminuzione del numero di posti di lavoro.

04.07.2007

Mercato postale: la ditta MPC Mail & Packet Company AG ottiene una concessione

Su domanda dell'Autorità di regolazione postale (PostReg), il Consigliere federale Moritz Leuenberger ha rilasciato alla ditta MPC Mail & Packet Company AG una concessione per il trasporto di lettere e pacchi verso l'estero.

15.06.2007

PostReg e TNT Swiss Post concordano una riduzione dell’orario di lavoro per le imprese subappaltatrici

In futuro anche i collaboratori delle imprese subappaltatrici, i cosiddetti trasportatori contrattuali di TNT Swiss Post, potranno godere di orari di lavoro sensibilmente più brevi. L’autorità di regolazione postale (PostReg) ha raggiunto un accordo in questo senso con TNT Swiss Post.

07.06.2007

Due nuovi concessionari sul mercato dei pacchi postali

Il Consigliere federale Leuenberger, su richiesta dell'autorità di regolazione postale (PostReg), ha rilasciato a due operatori privati una concessione per il trasporto di pacchi. Il numero dei concessionari, nel settore postale, sale quindi a 25.

07.06.2007

La Commissione Uffici postali si esprime sulle prime agenzie Ymago

Alla sua riunione del 5 giugno 2007, la Commissione Uffici postali ha esaminato le istanze presentate da tre Comuni in relazione alla chiusura di Uffici postali situati sul loro territorio. Sulla scorta dei principi sanciti nella legislazione sulle poste, la Commissione ha rilasciato una raccomandazione positiva in merito alla creazione di un’agenzia nei due Comuni grigionesi di Pany e Feldis/Veulden nonché alla soppressione dell’ufficio postale nella stazione centrale di Zurigo. L’accesso della popolazione alle prestazioni del servizio universale rimane garantito a una distanza ragionevole in tutti e tre i casi.

26.04.2007

Secondo PostReg, la sostituzione di alcuni uffici postali con agenzie Ymago è legale

La sostituzione di uffici postali con agenzie secondo il principio “Posta nel negozio di paese“ è conforme alle disposizioni di legge. È questa la conclusione di PostReg, che risponde così alle domande della Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni nonché ad una richiesta d’esame del Sindacato della comunicazione.

20.03.2007

PostReg non ritiene necessario un aumento delle tariffe per i pagamenti in contanti

L’Autorità di regolazione postale (PostReg) ritiene eccessivo l’aumento di 30 centesimi per i pagamenti in contanti effettuati allo sportello. Chiede perciò a PostFinance di ritornare, almeno in parte, sulla propria decisione e raccomanda una maggiore trasparenza per i clienti sulle operazioni svolte agli sportelli.

12.01.2007

Mercato postale: concessionario riduce sensibilmente l’orario di lavoro

L’Autorità di regolazione postale (PostReg) insiste sulla necessità che siano rispettate le condizioni di lavoro in uso nel settore. PostReg ha ora negoziato con l’operatore postale privato WHP Logistik GmbH di Berna una sensibile riduzione dell’orario di lavoro settimanale.

06.10.2006

Ripresa del dialogo tra la Posta e le agenzie postali insoddisfatte

36 agenzie postali si sono costituite nel Verein Postagenturen Schweiz (associazione delle agenzie postali svizzere). Temono per la loro esistenza sostenendo che gli importi delle indennità versate dalla Posta sono eccessivamente bassi. Dopo che il dialogo con la Posta si era arenato, l'associazione si è rivolta con una richiesta d'esame a PostReg. Le parti hanno ora deciso di riprendere il dialogo per cercare insieme soluzioni più soddisfacenti.

29.09.2006

Mercato postale: la regolazione impedisce il dumping sociale

La legge sulle poste esige dalle ditte concessionarie di garantire ai propri dipendenti condizioni di lavoro in uso nel settore. Dopo aver esaminato attentamente la situazione, PostReg, in qualità di autorità di sorveglianza, trae un bilancio positivo: l’attività di regolazione impedisce il dumping sociale e anche le ditte private offrono buone condizioni di lavoro. Ciò vale anche per la TNT Swiss Post SA: la ditta procede infatti ad una riduzione drastica degli orari di lavoro contrattuali.

24.08.2006

Posta-pacchi: ritiro dal mercato di una concessionaria

In futuro la ditta Carigiet SA si concentrerà sui servizi non riservati (in particolare gli invii espressi), ritirandosi dal mercato della posta-pacchi.

12.07.2006

Avviata una procedura di sorveglianza contro la TNT Swiss Post AG

L’autorità di regolazione postale PostReg ha avviato una procedura di sorveglianza contro la TNT Swiss Post AG. Vi è il sospetto che la concessionaria non rispetti le condizioni di lavoro in uso nel settore.

30.06.2006

L’autorità di regolazione postale PostReg: rapporto d’attività 2005

La politica postale svizzera caratterizzata dall’apertura graduale e controllata del mercato mostra risultati incoraggianti. Il servizio universale postale è capillare, garantito con un livello di qualità ottimo e può contare su una base finanziaria molto solida. Nel 2005, il solo servizio universale ha consentito alla Posta svizzera di guadagnare più di 700 mio. di franchi. Oltre che di una delle più fitte reti di uffici postali d’Europa, le PMI e la popolazione possono usufruire di 120 punti di accettazione dei pacchi degli operatori postali privati titolari di una concessione. Anche il bilancio dell’evoluzione dei posti di lavoro è positivo.

19.05.2006

Mercato dei pacchi postali: rilasciate due

Su domanda dell’Autorità di regolazione postale PostReg, il DATEC ha rilasciato due nuove concessioni per il trasporto di pacchi fino a 20 chili. Inoltre, quattro concessionari hanno ottenuto l'ampliamento della loro concessione alla categoria "lettere per la Svizzera di peso superiore a 100 grammi".

03.05.2006

Il Consiglio federale è a favore della revisione della legislazione postale

Durante la sua seduta odierna, il Consiglio federale ha deciso di incaricare il DATEC di avviare i preparativi per la revisione della legge sulle poste e della legge sull'organizzazione delle poste. La revisione permetterà di definire le future tappe della liberalizzazione del mercato postale. Inoltre dovranno essere migliorate le condizioni quadro necessarie alla Posta per operare con successo anche in futuro e definite le opzioni per il finanziamento del servizio universale nell'ambito di una successiva tappa di liberalizzazione.

22.03.2006

Due nuovi concessionari sul mercato postale

Su domanda dell’Autorità di regolazione postale PostReg, il Presidente della Confederazione Moritz Leuenberger ha rilasciato a due nuove imprese la concessione per il trasporto di pacchi fino a 20 chili. Le prime quattro imprese attive sul mercato si sono inoltre viste estendere la concessione per il trasporto di pacchi alla categoria "lettere dal peso superiore a 100 grammi".

21.12.2005

Sostegno alla stampa: il Consiglio federale rifiuta nuovi sussidi

In armonia con quanto già deciso dal Parlamento in passato, il Consiglio federale intende sopprimere alla fine del 2007 il pagamento di sussidi per il sostegno indiretto alla stampa. A fronte della chiara necessità di risparmio a livello federale, il principio di nuovi sussidi ”a innaffiatoio“ non è sostenibile. A causa del freno all’indebitamento, i necessari mezzi supplementari dovrebbero infatti essere compensati a scapito di altri settori. La distribuzione di giornali e periodici su tutto il territorio nazionale rimane comunque garantita anche senza sussidi.

15.12.2005

Costi del servizio universale: appianate le divergenze tra la Posta e il regolatore

La Posta Svizzera e l’autorità di regolazione postale (PostReg) sono giunte ad un accordo in merito alla questione della determinazione dei costi del servizio universale. La Posta ha gestito il proprio rendiconto finanziario in base a principi riconosciuti senza violare, quindi, la legge sulle poste. Il risultato del servizio universale pubblicato da PostReg nel suo rapporto d’attività corrisponde alle disposizioni regolamentari in materia. L’appianamento delle differenze risulta dal chiarimento dei diversi scopi della contabilità dell’azienda e dell’autorità di regolazione e dalla presentazione trasparente della relazione tra le due.

21.11.2005

Due nuovi concorrenti sul mercato postale

Il Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC) ha rilasciato la concessione a due nuovi operatori del mercato postale, la Aramex SA e la Time Service SA. Per poter ottenere la concessione e dimostrare di rispettare le condizioni di lavoro in uso nel settore, le due società hanno apportato delle modifiche ai contratti di lavoro dei loro impiegati e si sono impegnate a rispettare severamente il monopolio della posta-lettere. Il rilascio della concessione è stato preceduto da due procedure avviate per presunta violazione delle norme giuridiche sul monopolio della posta-lettere e in materia di concessioni, conclusesi ciascuna con una multa di 1000 franchi.

16.11.2005

Il Consiglio federale abbassa il monopolio della posta-lettere a 100 grammi

A partire dal 1° aprile 2006 gli operatori postali privati potranno definitivamente trasportare lettere dal peso superiore a 100 grammi. Ciò a condizione di essere titolari di una concessione rilasciata dal DATEC e di rispettare le condizioni di lavoro in uso nel settore. Rimane invece in vigore il monopolio della Posta Svizzera per lettere fino a 100 grammi.

14.09.2005

Il Consiglio federale intende liberalizzare gradualmente il mercato della posta lettere (ultima modifica: 07.09.2007)

Il 14 settembre 2005, il Consiglio federale ha deciso di abbassare a 100 g il limite di monopolio della posta lettere a partire dal 1° aprile 2006. Il DATEC è stato incaricato di preparare le necessarie modifiche dell'ordinanza sulle poste e di sottoporre al Consiglio federale la relativa proposta. Inoltre, entro la primavera del 2006, il Dipartimento presenterà al Consiglio federale proposte circa il seguito della procedura per la liberalizzazione del mercato postale.

18.08.2005

L'allentamento del monopolio sulle lettere non costituisce un pericolo per il servizio pubblico

La riduzione a 100 grammi del limite di monopolio per le lettere non mette in pericolo la fornitura del servizio universale su tutto il territorio e il relativo finanziamento. Le regioni periferiche e quelle montane non ne risulterebbero svantaggiate. Questa è la conclusione a cui giunge uno studio indipendente commissionato dal DATEC e sulle cui risultanze si baserà il Consiglio federale per decidere, in settembre, in merito all'apertura del mercato. Il Parlamento si era già espresso nel 2002 a favore di un abbassamento del limite di monopolio. In quel contesto, il Consigliere federale Leuenberger aveva promesso che avrebbe fatto analizzare le conseguenze dell'apertura del mercato prima di procedere in tal senso.

24.06.2005

Raggiunta un’intesa tra la Posta e due Comuni grazie alla Commissione Uffici postali

Nella sua seduta del 21 giugno 2005, la Commissione Uffici postali ha preso atto con soddisfazione dell’intesa raggiunta in due controversie tra la Posta e due Comuni. Nell’estate dello scorso anno, la Commissione aveva infatti rinviato i due dossier alla Posta per ulteriori verifiche. Il risultato è che l’ufficio postale di Basilea 8 Margarethen/BS e quello di Corseaux/VD non verranno chiusi. Novità anche nella composizione della Commissione, che avrà un nuovo membro, l’ex Consigliera di Stato del Cantone di Neuchâtel, la signora Monika Dusong.

15.06.2005

Posta-lettere: il DATEC rilascia una nuova concessione

Il Consigliere federale Leuenberger, su richiesta dell'autorità di regolazione postale (PostReg), ha nuovamente rilasciato a una società attiva nel settore degli invii postali una concessione per il trasporto di corrispondenza diretta all'estero. Il numero degli operatori postali privati titolari di una concessione sale quindi a 18.

31.05.2005

Presunte violazioni del monopolio delle lettere e del diritto sulle concessioni

L'autorità di regolazione postale (PostReg) ha aperto procedure contro due società con sede a Ginevra. Aramex SA è sospettata di violazione del monopolio delle lettere, mentre Time Service SA dell’effettuazione di trasporti di lettere a destinazione dell'estero, senza disporre della necessaria concessione. Inoltre dovrà essere accertato se sono state violate le prescrizioni concernenti l'osservanza delle condizioni in uso nel settore.

03.03.2005

Posta pacchi: rilasciate quattro nuove concessioni

Su domanda dell’autorità di regolazione postale (PostReg), il Consigliere federale Moritz Leuenberger ha rilasciato a quattro nuove ditte la concessione per il trasporto di pacchi e di invii di postalettere all’estero. Il numero dei concessionari privati sale così a 17.

24.01.2005

Commissione “Uffici postali”: parere negativo concernente la chiusura di Uffici postali a Sciaffusa

Nel caso della chiusura di due uffici postali di Sciaffusa, la Posta non ha rispettato l’articolo 7 dell’ordinanza sulle poste. A questa conclusione è giunta la Commissione “Uffici postali“ dopo aver esaminato i rispettivi dossier. La Posta ha sì consultato le autorità del Comune interessato, ma non si è sufficientemente adoperata per trovare una soluzione consensuale.

09.12.2004

Linee direttrici per la verifica della qualità e i costi del servizio universale della Posta

L'autorità di regolazione postale (PostReg) ha fissato le linee direttrici per quanto riguarda la verifica della qualità e il rilevamento dei costi del servizio universale della Posta. L'azienda è tenuta a far verificare da un organo indipendente la qualità del servizio universale e da un ufficio di revisione esterno i relativi conti. In futuro PostReg provvederà a informare sui risultati di tali verifiche nel suo rapporto d'attività annuale.

09.12.2004

Posta-pacchi: rilasciata una concessione a tredici concorrenti della Posta

Su domanda dell’Autorità di regolazione postale, il Consigliere federale Leuenberger ha rilasciato una concessione per il trasporto di pacchi a tredici ditte. Questi operatori si impegnano a rispettare le condizioni di lavoro in uso nel settore.

Inizio della pagina

Ultima modifica: 21.01.2022