Servizio universale e accesso

Un servizio universale di buona qualità è essenziale per lo sviluppo economico e per soddisfare il fabbisogno di comunicazione della società moderna. L’accesso alle prestazioni postali deve essere garantito a tutti i gruppi della popolazione e all’economia in modo capillare in tutta la Svizzera, a prezzi adeguati e in buona qualità.

La definizione del servizio universale è il risultato di una discussione politica. Il legislatore ha fissato i principi inerenti alla qualità (ad es. capillarità, prezzo ed entità delle prestazioni) nella legge sulle poste. La PostCom ha, tra l’altro, il compito di verificare la qualità delle prestazioni postali del servizio universale, proponendo al Consiglio federale, laddove necessario, misure adeguate.

La Posta Svizzera è obbligata ad offrire tutti i servizi postali contemplati dal servizio universale. Rientrano in questa categoria il trasporto di lettere, pacchi (fino a 20 kg), giornali e riviste, come anche il monopolio delle lettere di peso fino a 50 grammi. Soltanto la Posta ha infatti il diritto di recapitare le lettere di peso fino a 50 grammi. Per quanto concerne le prestazioni che non sono in regime di monopolio, la Posta deve competere con i fornitori privati.

Per fare in modo che la popolazione possa usufruire delle prestazioni della Posta, occorre mettere a disposizione un’infrastruttura adeguata. A tale riguardo è essenziale gestire su tutto il territorio nazionale una rete capillare di uffici e agenzie postali. Questi punti d’accesso devono essere serviti ed essere accessibili per tutta la popolazione in tutte le regioni a una distanza ragionevole.

Inizio della pagina

Ultima modifica: 21.01.2022